Jumbotron

HDI inizio claim Al tuo fianco, ogni giorno. HDI fine claim

Contattaci

Siamo a tua disposizione per aiutarti quando vuoi.

HDI Telefono
HDI Messaggio
HDI Mail

Responsabilita Sociale Content

Sostenibilità e Trasparenza

La nostra scelta sostenibile

 

Per HDI Assicurazioni la sostenibilità è un impegno e rappresenta sempre di più un tratto distintivo dell’identità di impresa che si traduce in azioni concrete volte a garantire un benessere diffuso che duri nel tempo e capace di creare valore condiviso.

Inoltre, la Compagnia, per il tramite del Gruppo Talanx di cui essa fa parte, nel 2019 ha sottoscritto gli UN PRI o semplicemente PRI (Principles for Responsible Investment) ovvero i principi di investimento responsabile stabiliti dalle Nazioni Unite cui gli investitori decidono di aderire per lo sviluppo di un sistema finanziario globale più sostenibile.
I sei principi sono i seguenti:

 

  1. Incorporazione dei temi ESG (ambientali, sociali e di governance) nell’analisi di investimento e nei processi decisionali.
  2. Impegno ad agire da azionisti attivi e a inserire i temi ESG nelle proprie politiche e pratiche di gestione.
  3. Richiesta alle società in cui si investe di comunicare in modo appropriato le istanze ESG.
  4. Impegno a farsi promotori dell’accettazione e dell’implementazione di tali principi tra gli investitori.
  5. Collaborazione per aumentare la propria efficacia nella messa in pratica dei principi.
  6. Impegno a stilare un resoconto delle attività e dei progressi raggiunti nell’applicazione dei principi.


In linea con tali impegni volti a promuovere una cultura sostenibile, HDI Assicurazioni ha da tempo intrapreso una politica di gestione degli investimenti ispirata a criteri di sostenibilità di cui sopra, adottando specifica “policy ESG” a ciò dedicata.
 

Informativa sulla sostenibilità nel settore assicurativo

 

L’impegno sostenibile del mercato assicurativo riflette il percorso di profonda trasformazione a seguito del lancio (nel 2018) del Piano d’Azione sulla Finanza Sostenibile voluto dall’Unione Europea, che è destinato ad avere un impatto concreto sull’economia reale. Dal 10 marzo 2021, in particolare, HDI Assicurazioni applicherà le regole europee in materia di informativa sulla sostenibilità nel settore dei servizi finanziari introdotti dal Parlamento Europeo e dal Consiglio dell’Unione Europea disciplinate dal Regolamento (UE) 2019/2088. La norma stabilisce, infatti, criteri più restrittivi rispetto a quelli finora adottati sulle modalità di disclosure di sostenibilità sia a livello di Organizzazione, che relativamente ai prodotti assicurativi resi disponibili dalla Compagnia.

La Compagnia ha provveduto alla definizione operativa degli interventi di adeguamento ai contenuti di cui al Regolamento UE 2019/2088, integrando il proprio framework regolamentare interno, per poi approvarlo tempestivamente ed adottarlo nei modi e nei termini previsti dalla normativa di settore vigente.

Di seguito i principali interventi messi in atto dalla Compagnia assicurativa:
 

  • Integrazione dei rischi di sostenibilità nei processi decisionali di investimento

    HDI Assicurazioni ha piena consapevolezza dei rischi di Sostenibilità o rischi ESG, ovvero i rischi legati ai cosiddetti temi di sostenibilità, ossia fattori di natura ambientale (E), sociale (S) e di governance (G) che possano avere un impatto sulle performance degli investimenti e sul rendimento dei prodotti assicurativi in genere.
    L’irresponsabilità sociale e ambientale espone, infatti, a gravi rischi, quali per esempio quelli reputazionali e operativi, con impatti economici diretti sui risultati finanziari delle imprese. I rischi ESG riguardano, ad esempio, il cambiamento climatico, la violazione dei diritti umani, le discriminazioni sociali, i cambiamenti sociodemografici, il rapporto con i lavoratori, le regole di trasparenza. Pertanto, HDI Assicurazione considera i rischi ESG nei processi decisionali con il fine ultimo di migliorare la comprensione del contesto in cui la Compagnia opera, nell’ottica di rispondere alle necessità del mercato e ai bisogni dei propri stakeholder, shareholder e Azionisti. L’approccio all’integrazione dei rischi ESG permette di presidiare, in occasione di prodotti di investimento assicurativi, i fattori ESG di cui sopra con il fine ultimo di minimizzare quei potenziali effetti negativi sul valore dell’investimento. Vi sono alcuni prodotti assicurativi, quali i prodotti di Classe D Unit Linked ed i prodotti misti di Classe D e Classe C, che non considerano ancora completamente i rischi di sostenibilità in quanto la loro gestione passiva e i benchmark di riferimento non hanno ancora permesso lo sviluppo di un metodo concreto capace di individuare e misurare i rischi di sostenibilità.

     
  • Effetti negativi per la sostenibilità

    HDI Assicurazioni, all’interno della propria Policy ESG, descrive l’analisi effettuata rispetto alla considerazione degli effetti negativi nelle decisioni di investimento sui fattori di sostenibilità, al fine di valutarne i rischi e mapparne, classificarne e prioritizzarne gli impatti. Tale analisi, effettuata con il supporto di un advisor esterno, mira ad escludere i settori quali Alcolici, Armi, Giochi e Lotterie e mira ad una progressiva decarbonizzazione del portafoglio, intesa come preferenza per i Settori che favoriscono la transizione verso le energie alternative, in primis l’energia eolica e solare. Analogamente, HDI Assicurazioni è sensibile al tema delle regole e dei valori su cui la Società è stata fondata e ai quali deve ispirarsi il comportamento di tutte le persone che vi operano. Tale sistema di valori è formalizzato in un documento ufficiale, il Codice Etico, che rappresenta appunto la "carta costituzionale della Società", alla quale si devono ispirare gli Organi Sociali, l'Alta Direzione e tutto il personale dipendente nello svolgimento dell'attività d'impresa e nei rapporti con i terzi.

    Il Codice Etico, poi, è parte integrante di un Modello organizzativo che HDI Assicurazioni si è data in ottemperanza al Decreto Legislativo 231 del 2001, al fine di:

 

  1. predisporre un sistema di controlli preventivi idonei ad escludere condotte che comportino la responsabilità della Società;
  2. garantire l'integrità, la buona reputazione e la credibilità della Società nei confronti del mercato attraverso l'individuazione di regole di comportamento che tutti i dipendenti devono rispettare nello svolgimento dell'attività lavorativa;
  3. migliorare l'efficacia e la trasparenza nella gestione delle attività aziendali.
  4. Il Modello Organizzativo di HDI Assicurazioni

     

La Compagnia, inoltre, intende avviare attività di Engagement, ovvero un dialogo costruttivo con quelle imprese che necessitano di stimoli per seguire un percorso virtuoso verso buone pratiche legate ai principi ESG. A tal proposito, HDI Assicurazioni ha adottato una policy ispirata all’Azionariato attivo e responsabile nei confronti di alcune delle Società investite
 

  • Sostenibilità, coerenza e politiche di remunerazione

    La Compagnia sta intervenendo per caratterizzare il proprio approccio sostenibile anche nella politica di remunerazione dei risk takers, avviando una rivisitazione della stessa al fine di renderla coerente – nel prossimo futuro – con l’integrazione dei rischi di sostenibilità, collegando la politica di incentivazione anche ad obiettivi concreti legati alla sostenibilità. Essa, inoltre, intende puntare alla formazione interna ed esterna per creare consapevolezza intorno ai temi ESG e fornire tutte le competenze necessarie per sviluppare, gestire, comunicare al meglio le iniziative che intende adottare.
     
  • Linee di investimento che promuovono caratteristiche ambientali o sociali

    La Compagnia intende sostenere con i propri investimenti quelle Società che, per scelta e per settore di business, credono nell’innovazione e nella sostenibilità, con ritorni stabili nel tempo, integrando la valutazione degli impatti finanziari con quelli non finanziari. Pertanto, le metodologie usate per i Fondi Pensione e Multisostenibile di Classe D, si basano su una metodologia capace di analizzare gli elementi di sostenibilità propri del fondo per mezzo di una misurazione – tramite valutazioni di natura finanziaria e non – del livello di sostenibilità degli emittenti, restituendo un profilo di sostenibilità rispetto al settore di riferimento sulla base di politiche, parametri e prestazioni di natura ESG (environmental, social and governance). L’analisi, condotta con il supporto di un advisor esterno, si fonda su modelli di valutazione ESG integrati che fanno riferimento a rating ESG e a sistemi gestionali; questi ultimi si concretizzano nell’assegnazione di uno score ESG a livello di emittente e di portafoglio, grazie all’utilizzo di parametri sociali, ambientali e di buon governo allineati ai framework internazionali più autorevoli e riconosciuti in materia di reporting e rating ESG. Tali prodotti hanno ottenuto con ottimi risultati la certificazione ESG, in particolare nell’ambito della Previdenza, per dare concretezza al proprio impegno e venire incontro ai Clienti più sensibili ai temi della Sostenibilità. 

 

Certificazione ESG e report d'impatto - Fondo Pensione Aperto "Azione di previdenza"
Certificazione ESG e report d'impatto – Multi Sostenibile
 

Il Codice Etico di HDI Assicurazioni
Il Modello Organizzativo di HDI Assicurazioni